Gli spermatozoi sono influenzati dalla dieta e gli effetti si manifestano rapidamente. Questa è la conclusione di uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Linköping, in cui giovani sani sono stati nutriti con una dieta ricca di zucchero. Lo studio, che è stato pubblicato su PLOS Biology, fornisce nuove informazioni sulla funzione dello sperma e può a lungo termine contribuire a nuovi metodi diagnostici per misurare la qualità dello sperma.

Molti fattori influenzano le possibilità di successo della fecondazione.

“Abbiamo visto che la dieta influenza la motilità degli spermatozoi e possiamo collegare i cambiamenti a molecole specifiche in essi. Il nostro studio ha rivelato effetti rapidi che si possono notare dopo una o due settimane”, afferma Anita Öst, docente senior presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Linköping e responsabile dello studio.

Il nuovo studio è stato avviato dai ricercatori per studiare se un elevato consumo di zucchero influisce sui frammenti di RNA nello sperma umano.

Cibo salutare

Lo studio ha esaminato 15 giovani normali, non fumatori, che hanno seguito una dieta in cui hanno ricevuto cibo dagli scienziati per due settimane. La dieta si basava sui consigli di nutrizione nordica per un’alimentazione sana con un’eccezione: durante la seconda settimana, dove i ricercatori hanno aggiunto zucchero, corrispondente a circa 3,5 litri di bevande gassate o 450 grammi di pasticceria, ogni giorno. La qualità dello sperma e altri indicatori della salute dei partecipanti sono stati studiati all’inizio dello studio, dopo la prima settimana (durante la quale hanno mangiato una dieta sana) e dopo la seconda settimana (quando i partecipanti avevano inoltre consumato grandi quantità di zucchero).

“Lo studio mostra che la motilità degli spermatozoi può essere cambiata in un breve periodo e sembra essere strettamente associata alla dieta.” -Anita Öst.

Qualità dello sperma

I ricercatori hanno poi  scoperto che anche i piccoli frammenti di RNA, che sono collegati alla motilità degli spermatozoi, sono cambiati. Stanno progettando di continuare il lavoro e indagare se esiste un legame tra fertilità maschile e frammenti di RNA negli spermatozoi.

Fonte: Linköping University