Le piante di mora europea sono utilizzate per scopi medicinali come antimicrobico, anticancro, antidiabetico, antidiarroico e anche consumate come un buon antiossidante. Nella medicina popolare sono stati ampiamente utilizzati sia la pianta che il frutto. La radice, ad esempio, era usata per trattare la dissenteria mentre le foglie venivano usate per la pertosse. Il succo invece viene utilizzato per il trattamento della colite e le foglie vengono masticate per trattare il mal di denti.

Ma vediamo 9 benefici di questo frutto straordinario e una ricetta finale da leccarsi i baffi!

 

1. Le more migliorano le funzioni del cervello, inclusa quella cognitiva e motoria

La rivista medica “Nutritional Neuroscience” afferma che le bacche nere possono aiutare a mantenere le abilità motorie e cognitive negli anni. Lo studio ha indicato che le bacche migliorano l’equilibrio e la coordinazione  per un periodo di tempo. I polifenoli nelle more aumentano i livelli di antiossidanti abbastanza da produrli, il che è potenzialmente benefico per gli adulti che invecchiano.

2. Le more possono avere proprietà antitumorali

Il frutto della mora è efficace contro lo sviluppo del cancro, compreso il cancro ai polmoni, il cancro del colon e il cancro esofageo. I micronutrienti presenti nelle more esercitano un effetto chemio-preventivo e prevengono la proliferazione delle cellule maligne. [1] Le more contengono polifenoli, una classe di antiossidanti noti per le loro capacità di combattere il cancro. Nello specifico, l’antocianina (un particolare polifenolo) si trova in alte concentrazioni in questo frutto. Gli antociani sono considerati l’arma principale utilizzata dalle more contro lo sviluppo del cancro.
Gli estratti di mora inibiscono la carcinogenesi e la segnalazione cellulare associata. Possiedono anche effetti chemiopreventivi, secondo uno studio pubblicato su Nutrition and Cancer dai ricercatori del National Institute for Occupational Safety and Health. [2]

3. Le more fanno bene al sistema immunitario

Le more hanno vitamina C, che è importante per il sistema immunitario: 150 grammi di more contengono circa 30 milligrammi di vitamina C, che è la metà del valore giornaliero raccomandato. Inoltre, sono un’ottima fonte di fitoestrogeni che aiutano l’organismo a combattere le varie infezioni e anche i vari agenti patogeni.

4. Le more sono di supporto nella gestione del diabete

Le more sono uno dei vari tipi di bacche che si ritiene abbiano un impatto positivo sulla resistenza all’insulina e sui livelli di trigliceridi. Pertanto, i ricercatori considerano le more utili per la gestione del diabete, soprattutto se consumate fresche.

 

 

5. Le more migliorano la vista

Sono una buona fonte di vitamina A che aiuta a migliorare la vista. Il consumo regolare di more può aiutare a proteggere gli occhi dalle radiazioni ultraviolette, grazie alla presenza di luteina, carotenoide protettivo essenziale nel costituire il pigmento della macula nell’area dietro la retina e la protegge dai danni causati dallo stress ossidativo e dalle radiazioni luminose ad alta lunghezza d’onda. Inoltre, gli antocianosidi e le vitamine presenti nelle more migliorano la vista e proteggono gli occhi da varie malattie come la degenerazione maculare, la cataratta e la cecità notturna.

6. Le more possono aiutare a ridurre le rughe della pelle

Contengono l’acido ellagico, antiossidante che può aiutare a ridurre le rughe e altri segni di invecchiamento cutaneo legati all’esposizione al sole.

7. Le more sono di aiuto nell’abbassare il livello di colesterolo “cattivo”

Uno dei vantaggi delle more include la riduzione del processo di ossidazione del colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL) di quasi il 50%. Gli antociani, presenti in questo delizioso frutto mostrano una significativa riduzione dell’indurimento delle arterie e delle malattie cardiache.

8. Le more fanno bene all’intestino

Queste minuscole bacche contengono sia fibre solubili che insolubili che le rendono ottime per la il sistema digestivo. Inoltre, una manciata di frutti di bosco come spuntino può essere un’opzione salutare, in quanto fa sentire sazi per molto tempo.

9. Le more sono si supporto se soffri di problemi mestruali

Se lotti contro i sintomi dolorosi della sindrome premestruale, una soluzione potrebbe essere quella di introdurre più more nella tua dieta. La presenza di vitamina K aiuta a regolare la funzione ormonale e quindi potenzialmente riduce i dolori mestruali.
Un altro modo per alleviare i sintomi mentali e fisici della sindrome premestruale è consumare cibi ricchi di manganese e calcio, entrambi contenuti nelle more. 

Infine, ecco una deliziosa ricetta a base di more.

 

 

 

Pudding di chia alle more e nocciole

Ingredienti (per 2-3 persone)
120 ml di latte di cocco
120 ml di latte di mandorle
1 cucchiaio di crema spalmabile alla nocciola
1 banana matura
50 gr di semi di chia
125 gr more
1 cucchiaio di nocciole tritate

Procedimento
Mettere i semi di chia in ammollo in poca acqua per 30 minuti. Inserire il latte di cocco, il latte di mandorle, la crema di nocciole, le nocciole tritate, la banana, 100 grammi di more e i semi di chia ammollati in un frullatore e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Versare nei bicchieri e far raffreddare per 2 ore o durante la notte. Servire aggiungendo qualche mora e qualche fettina di banana in superficie.

Se non lo hai ancora fatto, scarica “Le ricette Kousmine dell’estate”, un pratico PDF che puoi consultare ogni volta che vuoi per creare ricette buone, sane e belle. CLICCA QUI o sull’immagine qui sotto.