Per l’ottavo giorno delle ricette dell’Avvento ho preparato una gustosa crema Budwig. Per chi non la conoscesse, la crema è stata ideata dalla dott.ssa Budwig e poi inserita dalla dott.ssa Kousmine nel suo metodo curativo e preventivo. Per chi volesse approfondire, ci sono a disposizione i miei libri: “50 sfumature di Budwig” e “Cucina vegana e metodo Kousmine” della casa editrice Tecniche Nuove, ma anche il libro scaricabile in forma digitale “Psicoalimentazione, nutrire il corpo e la mente”.
In questa sfumatura di crema ho usato il mango siciliano, mezza melagrana e ho fioccato al momento l’avena con una pratica fioccatrice. Il gusto è stato intenso e veramente appagante. Adesso un approfondimento su due degli ingredienti presenti in questa nutriente colazione.
Melagrana – molte sono le sue proprietà: antiossidanti, rimineralizzanti, rafforzanti delle difese immunitarie. Inoltre notevoli sono i benefici sull’apparato cardiovascolare e, secondo l’American Journal of Clinical Nutrition, il succo sarebbe efficace persino contro l’arteriosclerosi.
Mango – dalle proprietà diuretiche, digestive, lassative, ma anche antidepressive. Grazie alla sua alta quantità di vitamina A, è un toccasana per gli occhi, per i denti e per la pelle.
Come al solito, ho usato la tazza di NumeroDue Concept Store a Orbetello, da cui provengono anche il vassoio e l’angelo della foto. Ma ecco la ricetta.

Ingredienti

150 gr di yogurt di soia
1 cucchiaio di olio di semi di lino (da frigo)
il succo di mezzo limone (appena spremuto)
1 cucchiaio di semi di canapa decorticati
40 gr di fiocchi d’avena
mezza melagrana
1 mango grande (o 2 piccoli)

Preparazione

Macinare in un macinino da caffè i semi di canapa. Inserire in una tazza capiente lo yogurt e l’olio di lino; sbattere bene con una forchetta (o una frusta da cucina) e aggiungerci i semi appena macinati, i fiocchi d’avena,  il succo del limone e girare bene. Spremere la mezza melagrana con uno spremiagrumi e inserire il succo nella preparazione. Sbucciare il mango, tagliare la polpa a pezzetti e inserirla nella crema.

Clicca sulla foto per saperne di più

 

Clicca sulla foto per saperne di più

Clicca sulla foto per saperne di più