Le erbe aromatiche rappresentano un valido modo per insaporire i vari piatti, riducendo così l’utilizzo del sale da cucina o dello zucchero. Mettere nelle pietanze un po’ di alloro, o prezzemolo, basilico, origano o rosmarino, per insaporire antipasti, primi o secondi oppure utilizzare la cannella per preparare degli ottimi dessert, permette infatti di avere dei piatti gustosi, riducendo al minimo l’uso del sale e dello zucchero. Ecco qui una lista di undici aromi che puoi usare in cucina per migliorare i tuoi piatti (tratto da “Psicoalimentazione, nutrire il corpo e la mente”).

Alloro

Grazie al suo apprezzatissimo aroma, si utilizza per molte preparazioni, ottimo per esempio per preparare del “ragù” di lenticchie. Per conservare i legumi secchi e il riso, mettere alcune foglie di alloro nel contenitore. Se vogliamo cogliere l’alloro, bisogna stare attenti a non scambiare le sue foglie con quelle del lauroceraso o dell’oleandro che sono molto tossiche. Per quanto riguarda le proprietà, le foglie d’alloro possono essere utilizzate efficacemente per bloccare all’inizio l’evolversi di un raffreddore. In questo caso basta triturare 4 o 5 foglie secche, metterle in una tazza e versarvi sopra dell’acqua bollente. Questo infuso va bevuto prima di andare a letto e permette un’abbondante sudorazione. Si può utilizzare l’infuso anche per migliorare i processi digestivi, assumendolo subito dopo i pasti: questo è un ottimo carminativo, riuscendo a ridurre la formazione di gas intestinali.

 

Basilico

Le foglie si utilizzano nelle minestre di verdura e nelle salse di pomodoro. A questo proposito, è preferibile non farlo cuocere poiché perderebbe il suo aroma, meglio aggiungerlo alla fine. Costituisce la base per la preparazione del pesto genovese. Tra le sue proprietà, è calmante per vari disturbi digestivi, è consigliato nei casi di stanchezza e di ipotensione arteriosa (pressione bassa), ed ha proprietà galattogene.

Cannella

Le stecche di cannella possono essere utilizzate intere per aromatizzare zuppe, dolci e la frutta cotta. Si usa anche nella preparazione del vin brulé. Per ottenere un aroma più deciso, è meglio tritare le stecche per ottenere la polvere di cannella, che va unita direttamente alle preparazioni, specialmente nei dolci. Le stecche di cannella possono essere usate anche per profumare ambienti e armadi. Ha proprietà antibatteriche, antifungine, antispasmodiche.

Coriandolo

Si usa per insaporire piatti a base di ortaggi, come patate, carciofi, funghi, cavoli, ma anche per i legumi o nelle mele al forno. È uno dei componenti del curry. I semi di coriandolo andrebbero macinati al momento con macinino da caffè, perché una volta ridotti in polvere perdono il loro aroma rapidamente. Tra le sue proprietà: è digestivo, stimolante, antinfiammatorio, aromatizzante.

Cumino

Utilizzato nella preparazione del curry. È una spezia dal sapore piacevole; inoltre si è visto che i cavoli cotti insaporiti con il cumino non provocano meteorismo. Tra le sue proprietà: digestive, antispasmodiche, carminative.

Curcuma

Viene utilizzata per piatti a base di patate o riso. Le radici di curcuma vengono essiccate, ridotte in polvere e usate come condimento. Insieme al coriandolo e al cumino, vengono utilizzate nella preparazione del curry. Ha proprietà digestive, perché stimola la secrezione biliare, ma anche antinfiammatorie e purificanti del sangue.

Menta

Insaporisce insalate, aromatizza minestre e verdure. Ottimo e dissetante è il tè verde a cui si aggiunge qualche fogliolina di menta. Può essere sorseggiata come infuso rinfrescante e distensivo. È anche digestiva, espettorante e carminativa.

Prezzemolo

Serve per le preparazioni più disparate. Viene utilizzato per insaporire salse, minestre, ma anche molti altri piatti. Meglio utilizzarlo a crudo perché è ricco di vitamina C. Ha proprietà aromatizzanti e vitaminizzanti. La radice ha proprietà aperitive, diuretiche e sudorifere.

Rosmarino

Molto diffuso nell’area mediterranea, aromatizza ceci, zucca ed anche molte minestre. Molte le proprietà del rosmarino, tra cui: è tonico, corroborante, antisettico. Contiene anche un olio essenziale molto aromatico, stimolante per il sistema nervoso.

Salvia

Si usa per le salse e per preparare alcune minestre. Può essere utilizzata per proteggere indumenti e tessuti dalle tarme negli armadi. La salvia ha la proprietà di aumentare le capacità mnemoniche. Ha anche attività antinfiammatoria, balsamica, digestiva, espettorante e depurativa del sangue.

Timo

Ottimo nelle verdure. Buoni sono i fagioli aromatizzati con il timo. Per via dell’aroma molto intenso, deve essere utilizzato con moderazione. Le principali proprietà del timo sono le seguenti: è aromatizzante, digestivo, depurativo, balsamico, antisettico, stimolante.