Il sorgo è un cereale ricco di sostanze nutritive che puoi utilizzare in molti modi. Non è sicuramente uno dei più noti, ma è senza dubbio così ricco di incredibili benefici per la salute che dovremmo tutti imparare a conoscerlo e a inserirlo nelle nostre tavole.

Come ho scritto nel libro “50 sfumature di Budwig”, il sorgo (Sorghum vulgare) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Graminacee, considerato il quinto cereale per importanza nell’economia agricola mondiale dopo grano, riso, mais e orzo (6% della superficie totale a cereali, 3% della produzione). Il suo nome deriva dal latino “surgere”, alzarsi e, anche se non tutti attualmente lo conoscono, è uno dei primi cereali ad essere stato coltivato dall’uomo, dal momento che è molto resistente.
E’ privo di glutine. Contiene, tra gli altri, buone quantità di ferro e magnesio. nonché acidi fenolici, fitosteroli e flavonoidi, preziosi elementi che aiutano a rallentare i processi degenerativi e di invecchiamento; è anche ricco di vitamine del gruppo B, soprattutto niacina.

Sono tante le sue proprietà: essendo senza glutine offre un’opzione dietetica alle persone affette da celiachia, può aiutare a controllare il diabete e migliorare la salute dell’apparato digerente, tra i tanti vantaggi.

Andiamo ad approfondire 5 benefici di questo delizioso cereale.

1. Il sorgo aiuta a regolare l’intestino ed è utile nelle diete dimagranti

Consumare 100 grammi di sorgo in un giorno può soddisfare circa il 20% dell’assunzione giornaliera raccomandata di fibre. Introdurre prodotti alimentari ad alto contenuto di fibre quando si cerca di perdere peso può aiutare a regolare il movimento intestinale e mantenerti più sazio per un periodo di tempo più lungo. Questo contribuisce alla regolazione del peso.

2. Il sorgo migliora i livelli di energia

Il sorgo contiene elevate quantità di niacina (o vitamina B3). Le vitamine del gruppo B sono parte integrante della trasformazione del cibo in energia utilizzabile dall’organismo. La niacina assicura che i livelli di energia nel corpo siano costanti durante il giorno, piuttosto che avere improvvisi picchi di energia e conseguenti cali. Una singola porzione di sorgo contiene il 28% dell’assunzione giornaliera raccomandata.

3. Il sorgo può proteggere dal diabete e dall’insulino-resistenza

I prodotti finali della glicazione avanzata (AGE) sono sempre più implicati nelle complicanze del diabete. Uno studio dell’Università della Georgia Neutraceutical Research Libraries ha dimostrato che la crusca del sorgo con un alto contenuto fenolico e elevate proprietà antiossidanti inibisce la glicazione delle proteine, mentre la crusca di frumento, riso o avena e quella di sorgo a basso contenuto fenolico no. Questi risultati suggeriscono che “alcune varietà di crusca di sorgo possono influenzare processi biologici critici che sono importanti per il diabete e la resistenza all’insulina”. (Ricerca fitoterapica. 2008 agosto; 22 (8): 1052-6).

4. Il sorgo è un’ottima fonte di proteine per i vegani

Molte persone stanno passando a una dieta a base vegetale per motivi etici, personali, di salute o ambientali. Tutti coloro che hanno introdotto questo cambiamento nella loro dieta hanno visto benefici incredibili, ma molti si chiedono quali possano essere le fonti proteiche nel regno vegetale. Il sorgo, con la sua buona quantità di amminoacidi per porzione, può essere un’ottima fonte di proteine da introdurre efficacemente in una dieta a base vegetale.

5. Il sorgo è buono per il pianeta

Utilizza fino a 1/3 di acqua in meno rispetto a colture comparabili. Il sorgo è anche un raccolto ad alto residuo, il che significa che gli steli rimasti dopo il raccolto forniscono benefici ambientali e di conservazione, tra cui, per il suolo: una migliore protezione dall’erosione, una maggiore materia organica e una migliore conservazione dell’umidità. Tutti questi vantaggi si combinano per rendere il sorgo buono per te e per l’ambiente.

Come si cucina il sorgo?


Dopo averlo sciacquato bene (meglio ancora tenerlo in ammollo per qualche ora), metti il sorgo in una pentola piena d’acqua. La proporzione è una tazza di sorgo integrale e tre tazze d’acqua. Porta a ebollizione, riduci a fuoco lento e lascia cuocere per circa 30 minuti o finché il sorgo non sarà tenero. Lascia riposare 5-10 minuti, durante i quali l’acqua residua sarà assorbita.
Puoi cucinarlo in molti modi, proprio come il riso, utilizzando come condimento la verdura di stagione e/o dei legumi. Puoi prepararci delle polpette o dei burger vegetali e puoi utilizzare la sua farina per delle gustose piadine o dei delicati biscotti senza glutine.

Se prepari una ricetta speciale… scrivila nei commenti!

 

Scopri le proprietà degli alimenti e il modo migliore per nutrire il tuo corpo e la tua mente partecipando ai corsi della dott.ssa Marilù Mengoni (CLICCA QUI per saperne di più) o leggendo i suoi libri, come Psicoalimentazione, nutrire il corpo e la mente oppure Cucina vegana e metodo Kousmine. Per conoscere tutti i libri della dott.ssa Marilù Mengoni  CLICCA QUI.