Avete mai mangiato l’amaranto? Si tratta di un ciccho piccolissimo, che può offrire significativi benefici alla salute.

L’amaranto è un seme naturalmente privo di glutine, ricco di proteine e, come la quinoa, un alimento base dell’antica dieta azteca.
Sebbene sia classificato come un cereale, in realtà non appartiene alla famiglia delle Graminaceae (come appunto i cereali), ma alle Amaranthaceae.
Il suo sapore è dolce e nocciolato e diventa un po’ croccante una volta cotto.

Vediamo insieme 5 proprietà di questo chicco e una ricetta per prepararlo in modo pratico e veloce.

1. L’amaranto può essere efficace nella perdita di peso

Questo delizioso chicco è molto proteico e ricco di fibre, entrambi importanti se si vuole raggiungere l’obiettivo del dimagrimento. Infatti aumentano il senso di sazietà e di pienezza nel tempo, il che significa una riduzione calorica che va a influire positivamente sul calo ponderale.

2. L’amaranto aiuta a ridurre l’infiammazione

Secondo alcuni studi, le proprietà antinfiammatorie dei peptidi e degli oli nell’amaranto possono alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione e sono utili soprattutto per contrastare efficacemente tutti gli stati di infiammazione cronica.

3. L’amaranto può essere d’aiuto nel tenere sotto controllo il diabete

Come riferito in un rapporto pubblicato sul Journal of Metabolic Diseases, l’amaranto ha la capacità di abbassare i livelli di insulina e controllare l’assunzione di zucchero nel sangue, attraverso un processo di  controllo/soppressione dell’appetito.

4. L’amaranto può migliorare la salute delle ossa

Contiene manganese, calcio, zinco e ferro, nutrienti cruciali per la salute delle ossa. Uno studio del 2013 ha affermato che il consumo di amaranto è un modo efficace per soddisfare le esigenze quotidiane di calcio e altri minerali salutari per le ossa come zinco e ferro. 

5. L’amaranto può aiutare a rafforzare le funzioni immunitarie

È una buona fonte di antiossidanti  che proteggono il nostro corpo, promuovendo la salute e  rafforzando l’immunità. Gli antiossidanti sono composti naturali che aiutano a proteggere dai radicali liberi, i quali possono causare danni alle cellule e contribuire allo sviluppo di malattie croniche.

Dopo avere visto questi 5 benefici, andiamo a scoprire una ricetta a base di amaranto.

 

[the_ad id=”1202″]

 

Insalata di amaranto e avocado – ricetta estiva

 

Ingredienti (per 2 persone)

120 gr di amaranto
10 pomodori ciliegini
1 avocado maturo
Qualche foglia di prezzemolo fresco
Mezzo cucchiaino di semi di coriandolo
Il succo di mezzo limone appena spremuto
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva spemuto a freddo
Sale marino integrale q. b.

 

[the_ad id=”1202″]

 

Preparazione

Prima di tutto cuocere l’amaranto (messo preventivamente in ammollo per 6-8 ore), mettendolo in acqua fredda (circa 400 ml di acqua). Lasciarlo bollire per circa 15 minuti a fuoco basso, quindi spegnere e lasciarlo riposare 10 minuti. Nel frattempo macinare i semi di coriandolo con un macinino da caffè (o con il mortaio), metterli nel succo di limone con il sale e l’olio e sbattere con una forchetta. Sbucciare l’avocado, farlo a dadini e farlo insaporire nel succo di limone appena aromatizzato. Lavare i pomodorini e tagliarli a metà. A questo punto unire tutto, amaranto, pomodori, avocado, prezzemolo e la salsa di limone, coriandolo, olio e sale. Mettere in frigo per un’ora prima di consumare.

Tante ricette estive con foto, proprietà e consigli sono nelle “Ricette Kousmine dell’estate”. Per scaricare il file in PDF, cliccare QUI.