Con l’arrivo di ottobre, la natura si veste dei colori caldi e avvolgenti dell’autunno. I paesaggi si tingono di sfumature gialle, arancioni e rosse, e anche le nostre tavole si arricchiscono di prodotti stagionali che riflettono questa palette di colori.

Ottobre è un mese di transizione: le giornate iniziano a ridursi e l’aria si fa più fresca. Ma è anche un periodo in cui la terra ci offre una varietà di frutta e verdura davvero straordinaria. Questi alimenti non solo deliziano i nostri palati, ma sono anche fonti inestimabili di benessere per il nostro corpo. Ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre, sono alleati perfetti per prepararci alla stagione fredda, rafforzando il nostro sistema immunitario e fornendo energia.

Ecco alcune delle stelle di ottobre:

  • Mele e pere: Dolci o asprigne, sono perfette sia da gustare fresche sia per preparare torte e confetture (senza zucchero naturalmente!). Ricche di fibre e vitamina C, sono ottime per la digestione e per rinforzare il sistema immunitario.
  • Cavoli, broccoli e cavolfiori: Questi ortaggi sono una miniera di vitamine e minerali. Aiutano a depurare l’organismo e sono anche ottimi alleati nella prevenzione di alcune malattie.
  • Bietole e spinaci: Ricchi di ferro e calcio, sono perfetti per dare una carica di energia e rinforzare ossa e denti.

Ma ecco tutta la frutta e la verdura di ottobre.

Verdura di ottobre

Bietola, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cicoria, cipolla, coste, erbette, fagioli, funghi, indivia, lattuga, patate, piselli, porro, radicchio, rafano, rapa, ravanello, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, spinaci, topinambur, valerianella, zucca.

Le proprietà della zucca


Simbolo autunnale per eccellenza, la zucca è versatile in cucina e può essere utilizzata in risotti, torte salate, zuppe e molto altro. Molte le sue proprietà: è facilmente digeribile ed il basso contenuto calorico ne fa un alimento valido per chi non desidera ingrassare. La sua polpa è rinfrescante, diuretica e regolatrice intestinale; i semi e la polpa insieme hanno un’azione sedativa e ipnotica, preziosa in caso di insonnia, di dolori e di infiammazioni (soprattutto delle vie urinarie). I semi sono vermifughi e per secoli costituirono un ottimo rimedio contro la tenia. I suoi costituenti: ha un elevato contenuto di acqua (94%), buono il contenuto di alcuni sali minerali (fosforo in particolare), discreto quello delle vitamine B e C e del potassio. È una fonte preziosa di vitamina A, fondamentale per la salute della pelle e della vista.

La frutta di ottobre


Alchechengi, ananas, banana, caco, carruba, castagna, corbezzoli, fico, fico d’india, mela, melagrana, sorbe, susine, uva.

Le proprietà della melagrana


Molte sono le proprietà della melagrana: antiossidanti, rimineralizzanti, rafforzanti delle difese immunitarie. Inoltre notevoli sono i benefici sull’apparato cardiovascolare e, secondo l’American Journal of Clinical Nutrition, il succo sarebbe efficace persino contro l’arteriosclerosi. Altre ricerche attribuiscono a questo prezioso frutto anche attività antitumorali (prevenzione di molti tipi di tumore).

Più sotto… scopri una ricetta con questo delizioso frutto.

Approfondisci la stagionalità e le proprietà nutrizionali degli alimenti leggendo Psicoalimentazione, nutrire il corpo e la mente: troverai tante informazioni e tante ricette.

Pudding di chia ai sapori d’autunno

Ingredienti
1 cucchiaio di semi di chia
1 melagrana
1 cucchiaino di cacao crudo in polvere
mezza banana matura
mezzo cucchiaino di semi di girasole

Preparazione
Tagliare la melagrana a metà, spremerla con uno spremiagrumi e metterla in un bicchiere insieme al cucchiaio di semi di chia. Lasciare i semi così per circa 2 ore, durante le quali svilupperanno il gel che renderà la preparazione simile ad un budino. Trascorso questo tempo, mettere il gel ottenuto in una piccola tazza di vetro. Tagliare la banana a rondelline e metterne 10 sopra i semi di chia. Quindi sbucciare grossolanamente un piccolo caco, metterlo in una tazza, aggiungervi il cacao e girare bene fino a ottenere la consistenza di un budino. Apporre questa preparazione come terzo strato nella tazza di vetro. Infine tagliare altre 5 rondelle di banana e metterle sulla superficie. Al centro del pudding sistemare i semi di girasole. In pratica alla fine avremo: uno strato di chia e melagrana, 1 strato di banane, 1 strato di caco e cacao e, in alto, uno strato con le banane e i semi di girasole. Si può consumare subito, oppure si può lasciar riposare in frigorifero per un’ora prima di consumarlo.

Esplora i nuovi corsi!

Ti potrebbe anche interessare