Se vuoi ridurre i livelli di infiammazione in tutto il corpo, ritardare l’insorgenza di malattie legate all’età e vivere più a lungo, mangia meno. Questa è la conclusione di un nuovo studio condotto da scienziati statunitensi e cinesi che fornisce il rapporto più dettagliato fino ad oggi sugli effetti cellulari di una dieta ipocalorica. Mentre i benefici della restrizione calorica sono noti da tempo, i nuovi risultati mostrano come questa restrizione possa proteggere dall’invecchiamento nelle vie cellulari, come dettagliato in Cell il 27 febbraio 2020.

“La scoperta principale nel presente studio è che l’aumento della risposta infiammatoria durante l’invecchiamento potrebbe essere sistematicamente represso dalla restrizione calorica“, afferma l’autore correlato Jing Qu, anche professore all’Accademia cinese delle Scienze.

L’invecchiamento è il più alto fattore di rischio per molte malattie umane, tra cui cancro, demenza, diabete e sindrome metabolica. La restrizione calorica ha dimostrato essere uno degli interventi più efficaci contro queste malattie legate all’età.

“Si dice sei ciò che mangi e stiamo scoprendo che è vero in molti modi”, afferma Concepcion Rodriguez Esteban, un altro degli autori dello studio. “Lo stato delle tue cellule invecchiando dipende chiaramente dalle tue interazioni con il tuo ambiente, che include cosa e quanto mangi.”

Le conferme di molti scienziati

Di questo hanno parlato molti scienziati, come Valter Longo, David A. Sinclair, il nobel per la Medicina 2016 Yoshinori Ōsumi e molti altri, tutti concordi nel sostenere che una dieta ipocalorica e periodi di forte restrizione possono essere utili per rallentare l’invecchiamento cellulare.

La stessa Catherine Kousmine consigliava periodi di semi-digiuno per liberarsi dalle tossine e rafforzare il sistema immunitario.

Uno schema di restrizione calorica secondo il metodo Kousmine

Si possono effettuare dei periodi di restrizione calorica, per usufruire dei benefici comprovati, tra cui il prolungamento dell’estensione della vita, il miglioramento delle prestazioni fisiche e la protezione da molte patologie (soprattutto dalle malattie cardiovascolari).

Per questo ho ideato lo schema “Detox Strong” , dove ho inserito proprio il semi-digiuno Kousmine: dopo i primi 6 giorni in cui sono consentiti succhi freschi e alcuni alimenti, ci sono 8 giorni in cui gradualmente vengono inseriti altri cibi, per un totale di 14 giorni. Giorno per giorno viene indicato cosa assumere, con le ricette corrispondenti. Attenzione: non è per tutti! Per cui meglio leggere bene l’introduzione prima di decidere se seguire lo schema. Per saperne di più, CLICCA QUI.