Questa è una meditazione di consapevolezza tradizionale, simile a ciò a cui pensa la maggior parte delle persone quando sente la parola “meditazione”. Leggi bene le istruzioni, trova un posto tranquillo, spegni il cellulare, siediti senza appoggiare la testa, chiudi gli occhi e pratica per 20 minuti.

Istruzioni per la meditazione

 

 

Durante l’esercizio, rilassati con la mente aperta, accogliendo senza giudizio qualunque cosa sorga durante la tua esperienza.
Inizia con un breve rilassamento del corpo.
Spostandoti dalla testa ai piedi, concentra la tua attenzione su ogni parte del corpo con consapevolezza. Via via che ti sposti nel corpo rilassa ogni singola parte. Parti dalla testa, poi sposta la tua consapevolezza al collo, le spalle, le braccia, le mani, il petto, la schiena, il petto, l’addome, i glutei, il pavimento pelvico, le gambe fino ai piedi, lasciando che ogni respito ti porti in uno stato di maggior rilassamento.
Dopo aver completato la scansione del corpo, apri la tua consapevolezza alle sensazioni nel corpo: tensione, dolore, desiderio di agitarsi o forse un’emozione o una sensazione.
Cosa emerge e attira la tua attenzione?

Osserva attentamente il corpo.
Apri la tua pratica all’esperienza dell’udito: quando un suono entra nella tua consapevolezza, riconosci che stai ascoltando.
Continua con l’esperienza visiva: anche a occhi chiusi, la luce penetra nelle palpebre. Osserva.
Continua ad aprirti, questa volta includendo la mente pensante: potresti vedere pensieri, esperienze emotive o stati mentali generali. Qualunque cosa sia presente, nota che stai facendo un’esperienza della mente. Osserva i tuoi pensieri senza giudicarli. Osservali e lasciali andare.
Infine, aggiungi la pratica di notare ciò che provi, le tue sensazioni, le tue emozioni: coltiva l’intenzione di ricevere e rimani recettivo, con la mente aperta. Riconosci tutto ciò che è presente nella tua consapevolezza e come ci si sente.
Se la mente sta reagendo a qualsiasi parte della tua esperienza, rendi quella reazione parte della tua pratica. Lascia che l’attenzione vada dove può. Ma non trattenere nulla. Lascia che fluisca naturalmente. Non cercare di prestare attenzione a una cosa o all’altra. Lascia che qualunque cosa catturi l’attenzione la catturi e lascia che si sposti ogni volta che lo fa. Non giudicare le esperienze che hai come piacevoli o spiacevoli, buone o cattive, giuste o sbagliate, interessanti o noiose. Sperimentale così come sono.

Pratica per 20 minuti, poi dolcemente apri gli occhi. Lentamente torna nella tua vita quotidiana, cercando di mantenerti a lungo in questa consapevolezza.