Perché molte persone dimagriscono e poi ritornano al peso iniziale (a volte maggiorato di chili extra)? Molti i sacrifici e le rinunce, per poi vedere fallire ogni tentativo di rimanere nel peso forma.

I motivi possono essere molteplici, ma senza dubbio gioca un ruolo importante il fatto che non abbiamo “messo a dieta” la nostra mente. Continuiamo cioè a essere “grassi dentro”, e così sabotiamo tutti i nostri piani. Il vero cambiamento infatti necessita di un salto di coscienza, che fa percepire se stessi ad un altro livello.

Tutti i nostri atti attuali sono il frutto di un condizionamento passato, ovvero agiamo in base a quelle che sono state le nostre esperienze. Persino l’immagine che abbiamo di noi stessi è direttamente correlata al lavaggio del cervello che abbiamo subito nella vita. Quelle parole del genitore che ci trovava un po’ troppo “in carne”, forse spinto dall’idea che aveva di se stesso, o quella battuta del compagno di scuola che ci ha fatto credere di non essere all’altezza. Queste ed altre esperienze hanno forgiato la nostra mente, e la nostra realtà non è che una visione parziale: noi guardiamo attraverso il faro delle nostre credenze e lì cerchiamo e troviamo le risposte. Che sono limitate. Basterebbe accendere l’interruttore per illuminare tutta la stanza, ma noi ci ostiniamo a cercare attraverso un fascio di luce.

Per questo un grande passo da fare, quando vogliamo approcciarci a un cambiamento alimentare che ci porti verso un maggior benessere, è iniziare a lasciare andare la vecchia immagine che abbiamo di noi stessi. Un po’ come Pinocchio, che per evolvere ha dovuto lasciar andare il vecchio burattino di legno.

La visualizzazione può aiutare a cambiare le nostre credenze

Un aiuto ci può venire dalla visualizzazione creativa, ripetuta ogni giorno. Ecco una traccia, leggila più volte, oppure registrala:

  1. Chiudi gli occhi e rallenta il respiro, lasciando che ti porti in uno stato di rilassamento.
  2. Dopo cinque o sei respiri più lenti, lascia che il ritmo torni naturale e comincia a visualizzare la tua forma fisica, magra, tonica.
  3. Metti del colore all’immagine, rendila vivida, brillante.
  4. Immagina di toccarti l’addome e di sentirlo piatto al tatto, poi ascolta i suoni, le voci delle persone che si complimentano con te per i risultati raggiunti.
  5. Senti le tue gambe toniche che si muovono con agilità, e con l’immaginazione cammina in un meraviglioso prato verde, pieno di fiori. Percepisci i profumi nell’aria. Alla tua destra vedi un bellissimo albero pieno di frutta, ti avvicini, raccogli un frutto e lo porti alla bocca. Gustane il sapore, la dolcezza. Senti che questo frutto ti nutre e ti dà anche la determinazione per continuare nel tuo percorso verso una nuova, magra e tonica immagine di te.
  6. Rimani nel prato accogliendo le sensazioni di forza e determinazione che sprigionano dal tuo cuore.
  7. Ringrazia questa esperienza, torna a focalizzarti sul tuo respiro e piano piano riapri gli occhi.

Pratica questa visualizzazione al mattino prima di alzarti da letto e, durante il giorno, ogni volta che senti una voce dentro di te che vuole rimanere attaccata al vecchio “burattino di legno”. Sii presente ai tuoi pensieri, ai dubbi che arrivano, alle tue paure. Accetta tutto, osservandolo senza giudizio. Non devi combattere o fare qualcosa. Se dai amore anche alle tue emozioni negative, allora piano piano si trasformeranno. Il piombo si trasformerà in oro.