Il miglio è un ottimo cereale, molto antico, originario dell’Asia centro-orientale ed è ancora oggi un cibo fondamentale della cucina indiana, cinese e russa.
E’ ricco di minerali, come il ferro, il rame, il manganese, il potassio ed il magnesio, e di vitamine, soprattutto del gruppo B, nonché di fibra.
E’ un alimento nutritivo, energizzante ed equilibrante nervoso. E’ un cereale senza glutine, facile da digerire. Una notizia interessante: è utile per rallentare la caduta dei capelli e per rinforzare le unghie fragili e lo smalto dei denti.

Germogliare il miglio rende alcuni minerali più biodisponibili

In India e in altri paesi, i cereali germogliati sono comunemente usati come alimenti per lo svezzamento dei neonati e come alimenti facilmente digeribili per gli anziani. Uno studio del Central Food Technological Research Institute di Mysore, in India, ha misurato i cambiamenti provocati dalla germinazione del miglio, del grano e dell’orzo. Hanno scoperto che il miglio germogliato aumentava la bioaccessibilità del ferro (> 300%), del manganese (17%) e del calcio (“marginalmente”), riducendo al contempo la bioaccessibilità dello zinco e non apportando alcuna differenza nel rame. (Journal of Agricultural and Food Chemistry. 14 July 2010; 58(13):8100-3).

Impariamo dunque usare il miglio, apprezzando questo sapore delicato.
Si cucina in circa 20 minuti e può essere servito come cereale per la colazione calda, aggiunto alle zuppe al posto del pane o della pasta o trasformato in contorni.

Una facile ricetta? Eccola qui: POLPETTE DI MIGLIO E CAVOLO NERO

Ingredienti (per 2 persone)
100 gr di miglio
6 foglie di cavolo nero
40 gr di farina di grano saraceno
2 cucchiai di semi di lino
5 cucchiai di semi di sesamo
peperoncino q.b.
sale marino integrale q.b.

Nel libro trovi le proprietà dei cereali e tante ricette per gustarli mantenendo le loro preziose proprietà. Clicca sulla foto per acuistarlo in formato digitale

Procedimento
Lasciare il miglio in ammollo per qualche ora. Mettere i semi di lino in un bicchiere e ricoprirli di acqua, lasciandoli così per una mezz’ora, dopo di che vanno frullati con un frullatore ad immersione. Sciacquare le foglie di cavolo nero e rimuovere la parte finale di gambo. Passato il tempo necessario, togliere l’acqua di ammollo del miglio usando un colino e sciacquarlo sotto l’acqua corrente. Metterlo quindi in 300 ml di acqua fredda leggermente salata, metterci sopra il cestino per la cottura a vapore con le foglie di cavolo nero, accendere il fuoco e impostare il timer a 15 minuti. Passato questo periodo, spegnere il fuoco e lasciare il miglio a riposare per una decina di minuti (durante i quali assorbirà l’acqua di cottura). Appena il miglio si sarà raffreddato, metterlo nel bicchiere del minipimer insieme agli altri ingredienti, escluso i semi di sesamo e frullare con il frullatore ad immersione. L’impasto dovrà risultare abbastanza denso, se non lo è aggiungere della farina di grano saraceno. Aggiustare l’impasto di sale, quindi formare con le mani delle palline, che vanno passate sui semi di sesamo. Per finire, mettere le polpette così ottenute in forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti. Spegnere, aspettare 10-15 minuti e servire nei piatti.

La Psicoalimentazione, per la salute, la forma fisica e il benessere. Clicca sulla foto per acquistarlo in formato digitale con lo sconto.