Avete mai mangiato i ricciarelli? Io mi ricordo che, “nell’altra vita”, quando ero una studentessa all’Università di  Siena, c’era un piccolo laboratorio sotto casa che preparava dei ricciarelli artigianali eccezionali: aspettavo dicembre per andarli ad acquistare direttamente appena preparati e me li mangiavo con piacere. Era per me l’inizio del periodo natalizio, che aveva il profumo e il gusto di questo dolce alle mandorle. Così, ho voluto riprodurre quel clima con questi ricciarelli che oggi vi propongo per l’ultimo giorno delle ricette dell’Avvento. Questi, a differenza di quelli che acquistavo a Siena quando ero ventenne, sono ricoperti da cioccolato e sono completamente vegani. Ecco dunque la ricetta, augurandovi di trascorrere un felice Natale.

Ingredienti

200 gr di mandorle sgusciate
120 gr di zucchero di canna integrale
40 ml di acqua di cottura dei ceci
300 gr cioccolato fondente
la scorza di un’arancia grattugiata

Preparazione

Tritare le mandorle insieme allo zucchero di canna per ottenere una farina che va messa in una ciotola capiente. Prendere l’acqua di cottura dei ceci e preparare l’acquafaba, sbattendola bene con una frusta (anche elettrica), fino a che non si monta (assume l’aspetto della chiara d’uovo montata). A questo punto mettere insieme la farina ottenuta e l’acquafaba (acqua dei ceci montata a neve) e girare bene. Aggiungere la scorza d’arancia grattugiata e mischiarla all’impasto ottenuto. Con le mani un po’ umide formare una sorta di salsicciotto che, avvolto da pellicola trasparente, va lasciato in frigo per 45 minuti. Trascorso qusto tempo, toglierlo dal frigo e tagliarlo a pezzetti in modo da formare i ricciarelli con circa 1 cm di spessore, che vanno messi in una teglia ricoperta di carta forno. Cuocerli in forno a 170° per circa 15 minuti.
Lasciarli nel forno finché non si siano raffreddati. Nel frattempo ridurre il cioccolato fondente in piccoli pezzetti che vanno messi in una piccola pentola che, a sua volta, andrà posizionata all’interno di una pentola più grande con dell’acqua. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, a fiamma bassa, girando con un mestolo. Quando il cioccolato è liquido, liscio e privo di grumi, è pronto (se avete un termometro da cucina, la temperatura deve essere al massimo 50°). Togliere dal forno i ricciarelli (che nel frattempo si saranno raffreddati), intingerli nel cioccolato fondente utilizzando un cucchiaio e riporli su una gratella o su della carta da forno ad asciugarsi. Infine, trasferirli su un vassoio e lasciarli in frigorifero per circa un’ora.

Disintossicati dopo le feste. Scarica il libro e segui la dieta DETOX che trovi all’interno: 21 giorni per tornare in forma. Clicca sulla foto.