Se gli eventi degli ultimi tempi ti hanno lasciato emotivamente provato, non sei solo. Tuttavia, sebbene questo lasso di tempo possa essere stato insolitamente stressante, le persone spesso faticano a trovare la felicità anche in tempi normali. Questo è il motivo per cui il campo della psicologia positiva è emerso per la prima volta negli anni ’90. Ha cercato di rispondere alle domande:

Perché a volte è difficile essere felici?

E c’è un modo per aiutare le persone a migliorare il loro umore e le prospettive di vita?

A quanto pare, la risposta alla seconda domanda è sì. Puoi fare molto per migliorare la qualità della tua vita quotidiana e sentirti più realizzato. Prova questa ricetta di Harvard per migliorare la felicità, che include un mix di tre strategie fisiche ed emotive.

Prova ognuna di queste opzioni per una settimana. Valuta se uno o più di questi passaggi positivi hanno aumentato la tua felicità e continua a farlo!

 

 

Esci e diventa attivo

Aria fresca ed esercizio fisico sono una potente combinazione che risolleva l’umore. L’esercizio fisico regolare può aiutare a migliorare sia la salute che l’umore. L’attività aerobica come camminare, andare in bicicletta o correre rilascia ormoni che migliorano l’umore che possono ridurre lo stress e conferire un senso di benessere.

Inoltre, quando i tuoi muscoli si contraggono in uno schema ripetitivo, come fanno quando cammini, nuoti o fai attività come lo yoga, aumentano i livelli di una sostanza chimica chiamata serotonina, che è il target di molti farmaci antidepressivi. Livelli più elevati di serotonina sono associati a un umore migliore. In effetti, uno studio ha scoperto che solo 90 minuti a settimana di attività forniscono miglioramenti dell’umore simili a un antidepressivo.

Quanto movimento dovresti fare?

La ricerca mostra che idealmente dovresti esercitarti per almeno 30 minuti di esercizio di intensità moderata cinque giorni a settimana o 20 minuti vigorosi tre volte a settimana. Ma se per te è troppo tempo, ricorda che meno è sempre meglio di niente: anche una breve passeggiata di 10-15 minuti può migliorare il tuo umore, almeno a breve termine.

 

Apprezza i piccoli piaceri quotidiani

Piccoli fastidi possono rovinare la giornata migliore: smarrisci le chiavi, prendi una storta o incontri un collega antipatico. Ma è vero anche il contrario: gli studi dimostrano che prendersi del tempo per apprezzare piccoli momenti piacevoli può farti sentire più felice.

Concentrati sui piccoli eventi quotidiani come faresti su quelli grandi come il giorno del matrimonio, la nascita di un bambino o una vacanza rilassante. Dopotutto, sono quei piccoli momenti che costituiscono la maggior parte della tua vita. Assapora il tempo trascorso facendo giardinaggio (sì, le piante contano) o seduto davanti a una finestra soleggiata con una tazza di tè; ridere con i membri della famiglia durante un buon pasto; o accontentarsi di un buon libro. Inoltre, celebra piccoli traguardi e risultati, un progetto ben fatto o un obiettivo quotidiano raggiunto. Fai uno sforzo consapevole per fermarti e goderti piccoli piaceri come questi ogni giorno.

Limita le tue decisioni

Può sembrare un sogno avere infinite opzioni, ma in realtà avere troppe scelte può generare più preoccupazioni. La felicità dipende in parte dalle scelte – dopotutto, sarebbe molto stressante non avere alcun controllo sulla tua vita. Tuttavia, la ricerca ha scoperto che le persone a cui vengono date più opzioni hanno più opportunità di sentirsi rammaricati. Vorresti aver scelto una compagnia assicurativa, un vestito, un piano del cellulare, un dolce diverso? Un’altra selezione sarebbe stata migliore? Questo è il motivo per cui le persone che gestiscono la meditazione o i ritiri spirituali spesso limitano le selezioni. Non dover prendere numerose decisioni tutto il giorno può essere liberatorio.

Un semplice esercizio può aiutarti ad alleviare l’onere della scelta. Decidi che se una decisione non porterà grandi conseguenze, limiterai la quantità di tempo che ti concedi per scegliere, o ti darai meno opzioni. Non permettere a te stesso cercare subito un’altra la decisione una volta che ne hai presa una. Risparmia le pesanti deliberazioni per questioni più grandi e importanti. Tuttavia, anche quando fai queste scelte, impara a non guardarti indietro.

Fonte: Harvard Medical School